Ho letto e recensito per voi... LA MUSA DELLA NOTTE, di Sara Simoni

Ciao amici!

Rieccomi con una nuova lettura e recensione!

LA MUSA DELLA NOTTE


di Sara Simoni


TITOLO: LA MUSA DELLA NOTTE
AUTORE: SARA SIMONI
EDITORE: AMAZON MEDIA
PREZZO E-BOOK: 0,89
PREZZO CARTACEO: 9,35

LINK PER L'ACQUISTO

SINOSSI:
In una Milano piena di incanto e di mistero, due fazioni sono impegnate in una lotta segreta da un tempo antichissimo: le streghe, donne dotate di terribili poteri magici, e i loro cacciatori naturali, gli inquisitori, uomini che di generazione in generazione si tramandano il compito di proteggere la popolazione dalla magia. Ma qualcosa comincia a cambiare quando nelle aule di un’università la strega Viviana e l’Inquisitore Arturo si incontrano come due normali studenti. L’attrazione è forte, ma né Viviana né Arturo possono dimenticare chi sono e da dove vengono.
“Ci vorrebbe tanta più forza di quella che noi abbiamo per non farci del male.”

L'AUTORE:
Sara Simoni è nata in Trentino-Alto Adige nel 1992 e vive da sempre in Lombardia. Si è laureata in Scienze dell’Antichità presso l’Università degli Studi di Milano e in Scienze e Tecniche della Comunicazione presso l’Università degli Studi dell’Insubria. Dal 2010 al 2015 ha frequentato i corsi di scrittura creativa di Raul Montanari a Milano. Ha pubblicato il primo romanzo, “Angeli artificiali”, nel 2010 per i tipi di Macchione editore (Varese), mentre nel 2014 è uscito per Giunti editore l’ebook “L’innocenza del serpente”, entrambi di genere noir. Ha ottenuto diversi riconoscimenti letterari. Tra questi, nel 2011 e nel 2014 è stata tra i semifinalisti del Premio Campiello Giovani, nel 2014 ha vinto il Premio Chiara Giovani e nel 2015 e nel 2016 si è classificata terza al concorso di narrativa fantastica Pagine Folk. Alcuni suoi racconti si possono leggere in riviste e antologie: nel 2015 il suo racconto “Mal di stelle” è stato pubblicato sulla celebre rivista Linus, per Baldini&Castoldi. Benché si sia dedicata spesso ad altri generi, la letteratura fantasy è il suo primo amore. E, come si suol dire, il primo amore non si scorda mai.

LA MIA RECENSIONE:
Da tempo cercavo un romanzo che trattasse del tema strega/cacciatore, con riferimenti anche alle famose streghe di Salem e con descrizioni di riti magici. E, un bel giorno, mi sono imbattuta nel nuovo romanzo di Sara Simoni, dal titolo "La Musa della Notte". Dopo essere stata catturata dalla splendida cover, ho letto la sinossi ed è stato amore a prima vista! Finalmente l'avevo trovato, questo romanzo tanto cercato! E, per di più. ambientato nella nostra bella Italia. Così, mi sono buttata a capofitto nella lettura e... una volta iniziato, non sono più riuscita a smettere di leggerlo! 
Innanzitutto, Sara scrive davvero bene. Il suo linguaggio è semplice e lineare, direi immediato. Ma la costruzione delle frasi è praticamente perfetta. In un periodo in cui è facile trovare romanzi in vetta alle classifiche, scritti in modo pessimo e che vendono solo perchè cavalcano le "mode" del momento, direi che beccare un romanzo "corretto", pubblicato in self-publishing, non è faccenda da sottovalutare. 
Così, deliziata dallo stile e sempre più motivata, ho "fagocitato" la trama in fretta, immergendomi a pieno in una storia davvero originale, dove il lettore non potrà non amare le streghe e detestare del tutto i cacciatori. Ma partiamo con ordine. Viviana è una giovane strega che vive con la sorella e con la madre e che frequenta l'università. Un giorno, dopo un'avventura pericolosa in compagnia del suo migliore amico, la sua vita, ma soprattutto la sua identità segreta di strega, verranno messe in pericolo. L'incontro con Arturo, un giovane e affascinante cacciatore, muterà per sempre, ed inevitabilmente, l'esistenza di Viviana. Ho apprezzato davvero le descrizioni dei sentimenti dei protagonisti, come quelle dei momenti "romantici". Ma il finale... al cardiopalma! Ho sofferto con Viviana, ho anche odiato Arturo per un po' di pagine, sperando che potesse rinsavire. Non aggiungo altro, per non svelare troppo la trama.
Ho amato come Sara ha elaborato la trama e costruito i personaggi. Badate, caratterizzare per bene i personaggi non è per nulla facile. Si rischia sempre, infatti, di crearli simili uno all'altro o noiosi e scontati. Ma Sara ha superato in pieno questa prova, rendendo interessanti anche i personaggi "odiosi" o comunque scomodi e ingombranti.
Quando si arriva alla fine del romanzo, si vorrebbe leggere subito il sequel. Così, approfitto di questa recensione per invitare l'autrice a pubblicare il proseguo del primo volume in fretta, perchè devo assolutamente scoprire cosa accadrà alla coraggiosa Viviana, ma anche ad altri personaggi interessanti, che credo avranno tanto da dire nella seconda parte.
Complimenti a Sara! LETTURA CONSIGLIATA ASSOLUTAMENTE AGLI AMANTI DEL GENERE!


Nessun commento:

Posta un commento